EIPASS Web

Gestire una pagina web personale o aziendale è lo strumento migliore per farsi conoscere e promuovere se stessi, le proprie attività ed i propri servizi: ogni pagina, tramite testi, link, immagini, video e banner, può contenere innumerevoli informazioni.
La certificazione EIPASS Web certifica il possesso delle competenze necessarie per progettare, sviluppare e gestire siti internet, tramite WordPress, il CMS open source a licenza gratuita più diffuso al mondo. È necessario, però, che siano organizzate in maniera organica e “comunicativa”; diversamente, è facile che l’Utente, piuttosto che indirizzato, sia confuso, distratto o disorientato: in casi del genere, la comunicazione non è efficace e lo strumento non raggiunge le sue finalità.
Progettare e gestire un sito web non è solo un’attività stimolante e produttiva: se approfondita e ragionata, può diventare un lavoro, tra i più moderni ed in evoluzione. Ed è importante imparare ad utilizzare il computer in maniera produttiva fin dalla Scuola. Uno tra i temi al centro della consultazione pubblica La buonaScuola, promossa dalla Presidenza del Consiglio, è l’alfabetizzazione informatica degli studenti di tutte le classi. Per le superiori, si prevedono già azioni mirate alla formazione degli studenti come “Digital Maker”, come operatori, cioè, che conoscono i rudimenti del coding e sanno come gestire un sito web.

La certificazione EIPASS Web dà ad ogni studente l’opportunità di acquisire consapevolezza digitale, anche attraverso l’educazione all’uso positivo e critico degli strumenti della rete. È inoltre destinata a chiunque, avendo la passione per la gestione dei dati via web e della comunicazione online, voglia acquisire competenze immediatamente spendibili nelle relazioni personali o al lavoro.
Ne usufruiscono, infatti, anche tutti i professionisti che già operano nel settore, occupandosi di elementi collaterali e complementari alla realizzazione del sito web in sé, per accrescere la propria professionalità ed ampliare le proprie competenze; parliamo di:

  • grafici che si occupano di rendere friendly ed interessante dal punto di vista estetico i contenuti online,
  • web designer che si occupano di realizzare la veste grafica di siti web e prodotti multimediali,
  • web developer capaci di creare specifici applicativi, utilizzabili all’interno dei siti di Enti ed aziende che hanno specifici bisogni, target o finalità (per esempio, e-commerce),
  • transmedia web editor, esperti nella creazione dei contenuti,
  • content curator, selezionatori ed aggregatori di fonti e notizie,
  • traduttori che si occupano di curare la terminologia e lo stile delle versioni in altre lingue di siti relativi ad Enti o aziende internazionali,
  • SEO, impegnati nel dare visibilità al sito.

Perché consigliamo EIPASS WEB anche a Scuola

La creazione e la promozione di contenuti web sono attività che possono avere forte significato educativo e pedagogico: scegliere un tema, redigere contenuti, progettare una vetrina, gestirla e promuoverla perseguendo i principi di correttezza, eticità e lealtà in rete sono tutte attività che possono risultare molto utili per la crescita personale degli studenti tra i 16 e i 18 anni. Esperienze di questo tipo hanno già dato in molte occasioni ottimi risultati e sono sempre più adottate in Istituti scolastici aperti a nuove metodologie e nuovi approcci didattici.

Uno tra i temi al centro della consultazione pubblica La buonaScuola, promossa dalla Presidenza del Consiglio, è infatti l’alfabetizzazione informatica degli studenti di tutte le classi. Per le superiori, si prevedono già azioni mirate alla formazione degli studenti come “Digital Maker”, come operatori, cioè, che conoscono i rudimenti del coding e sanno come gestire un sito web.

Nella presentazione del documento governativo si legge:

“La scuola ha il dovere di stimolare i ragazzi a capire il digitale oltre la superficie, a non limitarsi ad essere “consumatori digitali”, a non accontentarsi di utilizzare un sito web, una app, un videogioco, ma a progettarne uno. Ogni studente deve poter essere esposto a esperienze di creatività e acquisisca consapevolezza critica verso il digitale (es. imparare ad utilizzare gli open data per raccontare storie, gestire privacy e sicurezza in rete, utilizzare tecniche di stampa 3D). I docenti devono sentirsi pronti ad utilizzare queste esperienze ed integrarle nelle loro metodologie didattiche.”

Destinatari

È un percorso utile sia a chi si avvicina alla professione per acquisirne gli strumenti indispensabili, sia a chi lavora già nel settore e ha necessità di ampliare e approfondire le proprie competenze, prendendo a riferimento professionisti e case history rilevanti.

  • Social Media Marketer
  • Social Media Manager
  • Blogger
  • Instagrammer
  • Youtuber
  • SEO/SEM Copywriter
  • SEO/SEM Specialist
  • Web Content Editor
  • Imprenditori
  • Liberi professionisti
  • Docenti
  • Studenti

Moduli d’esame

  • Creare un sito con WordPress
  • Gestire e sviluppare il sito
  • Introduzione al SEO
  • Social Network
  • Facebook Marketing

pulsante iscriviti