Atelier Creativo quali progetti sviluppare a scuola

Iniziamo oggi una nuova rubrica per vedere insieme quali progetti si possono sviluppare nella propria scuola con un Atelier Creativo.

Un atelier creativo è uno spazio molto versatile che si presta a varie configurazioni a seconda dell’impronta che gli si vuole dare. La dotazione standard può comprendere:

  • Stampanti 3D
  • Macchine da taglio
  • Postazioni di prototipazione elettronica
  • Kit di robotica educativa

Ne parlo più dettagliatamente qui.

Atelier Creativo Don Giussani ad Ascoli Piceno – Il secondo laboratorio che abbiamo allestito

Dopo aver allestito un laboratorio, nella scuola c’è una prima fase di formazione utile ad apprendere le tecnologie e le metodologie didattiche per poter utilizzare le nuove macchine che si hanno a disposizione. Per esperienza diretta ho notato che, almeno all’inizio, serve indirizzare gli insegnanti verso le attività da proporre ai ragazzi.

Questa serie di articoli vuole quindi essere uno spunto da cui prendere ispirazione. Sentitevi liberi di modificare, sperimentare e soprattutto di condividere le vostre esperienze.

Monumenti del mondo

Per rompere il ghiaccio vi voglio proporre un laboratorio che ho realizzato con delle classi quarte e quinte della primaria (ovviamente si può proporre anche nella scuola secondaria). Tra i vari progetti che si possono proporre a scuola con un atelier creativo, questo è tra quelli che richiedono meno “hardware”: basteranno dei PC ed un plotter da taglio.

Il plotter da taglio è una macchina molto versatile che permette di tagliare carta, cartoncino, stoffa e vinili. Può essere utilizzato per realizzare stencil, adesivi, pop up e termotrasferibili. Molto più rapido e immediato di una stampante 3D, permette di dare libero sfogo alla propria creatività.

Lo scopo dell’attività che vi vado a raccontare è quello di esplorare il mondo con i nostri studenti. Il prodotto finale infatti sarà un diorama con i monumenti più famosi del pianeta.

Può essere visto come un progetto finale da realizzare con i ragazzi dopo aver completato un ciclo di lezioni sulla geografia dell’Italia, dell’Europa o del Mondo. I ragazzi, in gruppo, devono individuare i monumenti simbolo di una nazione o di una regione e scegliere quello che vogliono riprodurre.

Nella seconda fase ci sono due possibilità, a seconda dell’età e delle “abilità” dei ragazzi. Io, con i ragazzi della scuola primaria, ho fatto scegliere ai ragazzi la foto del monumento che volevano riprodurre e, dopo averla scaricata da internet, l’ho importata nel software di disegno e l’ho fatta ripassare in vettoriale agli studenti con lo strumento penna. Con i ragazzi della secondaria, se particolarmente avvezzi all’uso del pc, si può provare a disegnare senza andare a ricalcare le foto.

In entrambi i casi, alla fine di questa fase avremo le sagome vettoriali da far ritagliare al plotter. Una cosa importante è far realizzare ai ragazzi anche i sostegni che terranno i verticale le sagome appena realizzate.

Nella terza fase i ragazzi devono colorare le sagome fresche di taglio: anche qui due possibilità

  • Per i ragazzi più piccoli matite e colori
  • I ragazzi più grandi invece possono cimentarsi nella realizzazione di stencil da tagliare su vinile e incollare sulle sagome.

A questo punto non ci resta che incollare il tutto su una base.

Se l’articolo ti è piaciuto puoi lasciare un commento con le tue impressioni o i tuoi suggerimenti. Per rimanere aggiornato sui prossimi post relativi ai progetti da proporre a scuola nell’Atelier Creativo puoi seguirci su Facebook ed Instagram.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Mathematica  –  Do the Math