Robotica Educativa

 

La robotica educativa sta prendendo sempre più piede nella scuola italiana. La chiave del successo sta nel poter far apprendere agli studenti competenze fondamentali nel 21° secolo (come problem solving, creatività, matematica, pensiero laterale, pensiero computazionale, lavoro in team) che normalmente sarebbe difficile se non impossibile promuovere con la didattica tradizionale. Il grande vantaggio è che le attività didattiche vengono percepite dai ragazzi come un gioco, mantenendo inalterata l’attenzione e l’impegno durante l’intera lezione. Sta avendo buoni riscontri inoltre nell’inclusione degli alunni BES (bisogni educativi speciali), siano questi ragazzi plusdotati oppure con un disturbo specifico dell’apprendimento.

Di seguito una panoramica della nostra offerta formativa, con i corsi suddivisi a seconda della fascia d’età e del grado d’istruzione.

Lego WeDo 2.0

Lego WeDo 2.0 permette ai ragazzi della scuola primaria (a partire dai 7 anni) di costruire i propri modelli e di dargli vita, programmandoli da tablet o pc grazie ad un’interfaccia visuale appositamente sviluppata per essere utilizzata dai più piccoli.

Il Kit è composto da un mattone intelligente, due sensori, un motore e 280 mattoncini tradizionali. Rispetto al kit Mindstorm l’approccio è più “didattico”, con attività legate alla matematica, alle scienze e all’informatica : si potrà ad esempio imparare la simmetria e metterla in pratica realizzando una coppia di robot legata lungo un asse che li costringerà a muoversi in maniera speculare oppure realizzare dei robot con una serie di ingranaggi che permetteranno di capire la trasmissione del movimento rotatorio e l’importanza di avere differenti rapporti (come sulle biciclette).

CES-2016-Lego-wedo-01

Lego Mindstorm

LEGO ha lanciato il suo primo kit di robotica educativa già nel 1998, forte di una collaborazione con il MIT. Con Mindstorms EV3 i è giunti alla terza generazione. Il percorso didattico è strutturato in “missioni” che i ragazzi devono superare per apprendere le basi della programmazione, il corretto funzionamento dei servomotori e la loro interazione con i tre sensori del kit (infrarossi, colore e tatto). Si potranno così realizzare robot in grado di evitare gli ostacoli oppure in grado di seguire delle linee tracciate sul pavimento. Dalla fusione delle competenze acquisite durante il corso si potrà costruire un robot esploratore.

La programmazione avviene grazie all’interfaccia Robolab sviluppata da Lego che permette di abbinare dei blocchi alle singole funzioni del robot. Una serie di questi blocchi permette di creare cicli loop, test vero falso e funzioni IF – ELSE, che sono alla base dell’attività di coding.

Ev3rstorm_and_friends_2560x1600

Robotica con Arduino

Utilizzando la scheda Arduino si possono realizzare una moltitudine di robot. Uno di questi è Sumobot, robot dotato di due motori che viene controllato da PC tramite cavo seriale (USB).

Al termine del laboratorio il modello realizzato rimarrà al corsista. Questo potrà essere successivamente implementato con i numerosi sensori presenti sul mercato.

I ragazzi apprenderanno inizialmente la realizzazione di circuiti elettrici ed avranno un primo approccio con le tecnologie proprie dell‘industra 4.0 (come la stampa 3D e le macchine da taglio).

Nella seconda fase verrà introdotto il coding, sia visuale che in linguaggio C++.

Solitamente il percorso si completa in 5 incontri da 2 ore, ma qualora fosse necessario si possono aggiungere altre 2 sessioni comprese nel prezzo iniziale.

Laboratori STEM

La rivoluzione operata dal movimento “Maker” è considerata una nuova rivoluzione industriale: ognuno può progettare e realizzare prototipi ed oggetti automatizzati partendo dalle tecnologie open source messe a disposizione dai Fabrication Laboratories (Fab Lab).

Le attività si propongono di:

  • far apprendere ai ragazzi le basi della progettazione di oggetti con il software CAD;
  • l’esportazione dei risultati per poterli successivamente realizzare utilizzando le tecnologie di taglio laser e stampa 3D;
  • l’automazione elettronica e robotica di quanto realizzato utilizzando la scheda Arduino;
  • basi di coding per programmare i modelli realizzati.

I laboratori sono presenti nelle strutture dove abbiamo allestito un Makerspace oppure un Atelier Creativo.

P_20170209_153802

Di seguito una playlist con i video dei progetti realizzati durante i nostri corsi